Subscribe

Cum sociis natoque penatibus et magnis

    Author: La Pasta di Aldo

    [vc_row content_text_aligment="" use_row_as_full_screen_section="no"][vc_column][vc_column_text]1a Classificata: LA PASTA DI ALDO Bella, buona, profumata, equilibrata, di carattere, precisa, di ottima struttura. Praticamente perfetta sotto ogni aspetto, come Mary Poppins. Si fa notare sugli scaffali di botteghe gourmet per il packaging rustico chic, un astuccio color carta paglia con una grande finestra dalla quale si affacciano i fili di pasta dorati, dritti, regolari e curati, di un

    [vc_row content_text_aligment="" use_row_as_full_screen_section="no"][vc_column][vc_column_text]Evento promosso da MUSEO REGIONALE DELL'EMIGRAZIONE PIETRO CONTI A metà tra il Parco dei Monti Sibillini e la Riviera Adriatica, la Pasta di Aldo nasce nel 2001, acronimo formato dalle sillabe iniziali dei cognomi di Maria Alzapiedi e Luigi Donnari, gli ideatori di questa vera opera culinaria. Per essersi distinti attraverso la produzione di pasta artigianale all'uovo di altissima qualità, rigorosamente ottenuta

    [vc_row content_text_aligment="" use_row_as_full_screen_section="no"][vc_column][vc_column_text]Tutto quello che non ricordiamo e che vorremmo ricordare. Le mie ricette e basi di cucina e pasticceria All’amico Luigi grazie per il più grande aiuto alla nostra categoria Con amicizia Giorgio Nardelli[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

    [vc_row content_text_aligment="" use_row_as_full_screen_section="no"][vc_column][vc_column_text]Non si può parlare di MONTE SAN GIUSTO senza parlare d’arte. Questo borgo dell’entroterra marchigiano è adagiato su una delle dolci alture che rendono così unico il paesaggio maceratese anche al di fuori della nostra regione, colline che hanno dato i natali ad uomini illustri del passato e che altrettanti ne hanno visti passare. Monte San Giusto custodisce alcune perle

    [vc_row content_text_aligment="" use_row_as_full_screen_section="no"][vc_column][vc_column_text]La Pasta di Aldo nasce a Monte San Giusto ridente ed operosa cittadina del Piceno e racchiude in sé il giallo luminoso delle colline marchigiane; la giusta rugosità che piacevolmente solletica le papille gustative, il sapore autentico e genuino di un tempo, quando le nostre nonne “spennellavano” cantando, quasi a voler immettere nell'impasto, armonia e piacevolezza. Selezione rigorosa della materia

    [vc_row content_text_aligment="" use_row_as_full_screen_section="no"][vc_column][vc_column_text]"Allontanati e non darmi fastidio mentre lavoro, e ricordati che questo è un lavoro da donne". Così nonna Teresa sgridava Luigi mentre lui le saltellava intorno la domenica mattina, mentre preparava la pasta all'uovo. Sì, perché nelle Marche fare la pasta è sempre stato solo e soltanto un lavoro da donne. I segreti erano custoditi dalle "vergare", le donne di casa,

    [vc_row content_text_aligment="" use_row_as_full_screen_section="no"][vc_column][vc_column_text]Monte San Giusto, un piccolo paese a cavallo tra mare e montagna nelle colline maceratesi. E' proprio qui che è nata una pasta all'uovo artigianale considerata tra le più buone d'Italia. Si tratta della Pasta di Aldo. Il segreto? Sta tutto nella lavorazione. “La mia più grande fortuna – racconta Luigi Donnari – è stata quella di non sapere fare

    [vc_row content_text_aligment="" use_row_as_full_screen_section="no"][vc_column][vc_column_text]La Pasta di Aldo è una pasta all'uovo di altissimo livello, prodotta in modo artigianale, dove si incontrano passione e raffinatezza; qui si raggiunge davvero la perfezione. Anni di lavoro, voglia di sperimentare, ricerca di materie prime di qualità assoluta, essiccazione lenta a basse temperature, miglioramento continuo nei processi di lavorazione per lo più manuali fanno di questa piccola azienda

    [vc_row content_text_aligment="" use_row_as_full_screen_section="no"][vc_column][vc_column_text]C'era Platone che parlava di una mela, che si componeva di due parti e una completava l'altra. A quanto pare non è l'unica cosa commestibile che è possibile paragonare a una sorta di complementarità d'amore. Prendi Maria e Luigi. Prendi la loro pasta. Vedi com'è nata, quando entrambi passavano notti ad osservarla essiccarsi per trovare il momento giusto, il punto di

    [vc_row content_text_aligment="" use_row_as_full_screen_section="no"][vc_column][vc_column_text]Luigi Donnari è un piccolo artigiano delle Marche che nel 2002, durante un convegno a Corridonia, mi venne timidamente incontro per farmi assaggiare la sua pasta artigianale. Ne rimasi colpito e quell'anno misi La Pasta di Aldo tra i prodotti del mio Golosario, raccolta delle cose buone d'Italia che avevo iniziato a redigere nel 1994, dopo il folgorante incontro con