Subscribe

Cum sociis natoque penatibus et magnis

    Le delizie e le bellezze maceratesi sul palcoscenico televisivo di “Linea Verde” – Il Resto Del Carlino

    LA PUNTATA di Linea Verde che andrà in onda domenica 7 gennaio su Rai Uno dedicherà oltre un’ora, dalle 12,20 alle 13,30, all’enogastronomia e alle bellezze della nostra provincia. Non è la prima incursione delle tv nazionali nel Maceratese (recenti i passaggi su Tg Economia, Eat Parade e Sereno Variabile). Ma stavolta il progetto – voluto da Camera di commercio e Fondazione Carima che hanno contributo con 60 mila euro alle spese di produzione della trasmissione, che ne costa 300 mila – si presenta più ampio e mirato. La puntata, condotta come sempre dal popolare chef Gianfranco Vissani (foto) è stata registrata dal 19 al 21 dicembre, quando le telecamere della Rai sono entrate in azione nei centri della vallata del Chienti e dall’elicottero della Forestale. Tante le località toccate con la “regia” di Carlo Cambi, giornalista enogastronomo, consulente di Camera di commercio: il santuario di Macereto, l’Istituto agrario di Macerata con il suo centro di inseminazione che esporta ovunque la pregiata razza marchigiana, l’Abbazia di Fiastra e la sua riserva naturale con la liberazione di una poiana, la distilleria Varnelli con le sue erbe di montagna, Serrapetrona con l’appassimento delle uve vernaccia nell’azienda di Alberto Quacquarini, il Castello di Pallotta di Caldarola dove i ragazzi dell’alberghiero di Cingoli hanno servito il pranzo. E poi immagini dall’alto di Sarnano, Urbisaglia e dello Sferisterio, con la chicca di Appennino, piccolo borgo tra Visso e Pieve Torina che ha dato il nome alla catena montuosa. Telecamera puntata anche sui prodotti nostrani: ciauscolo, pecorino, vino cotto, coppa di testa, porchetta, vernaccia e olio di oliva. “In futuro – ha detto Giuliano Bianchi, presidente di Camera di commercio – cercheremo di dare rilievo anche alla fascia costiera e ai centri non toccati in questa occasione”.

    VENERDÌ 29 DICEMBRE 2006 Il Resto Del Carlino